blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

venerdì, febbraio 18, 2011

Brilla la tromba di Giovanni Nicosia nel bel concerto diretto da Veronesi al Petruzzelli

In queste settimane si parla tanto (troppo?) sulle riviste musicali della brava (e sexy) trombettista inglese Alison Balsom. Classic Voice le ha persino dedicato la copertina del numero di febbraio appena uscito in edicola. Nella giovane, ma già eccellente, Orchestra Sinfonica del Petruzzelli di Bari c'è uno straordinario trombettista, senz'altro meno affascinante e "glamour" della bella ed elegantissima Alison, ma che merita con pieno merito l'incipit di questa mia recensione sul concerto diretto ieri al Petruzzelli dal maestro Alberto Veronesi. Si chiama Giovanni Nicosia (nella foto), ragusano doc, che ieri ha fatto brillare e squillare la sua tromba con rara abilità nello splendido concerto di Franz Joseph Haydn: pagina per veri, autentici virtuosi dello strumento. E Nicosia lo è senz'altro. Esemplare ci è parso soprattutto l'"Allegro" finale del concerto haydniano, eseguito con impressionante agilità e musicalità e ben assecondato dalla direzione di Veronesi alla guida della frizzante Orchestra del Politeama barese. Esecuzione accolta da ovazioni meritate per Nicosia e suggellate da un breve bis. Nella seconda parte, il piatto "forte" era la Terza Sinfonia di Beethoven, l'"Eroica", la più amata del grande Ludwig, la prima grande sinfonia "romantica" della storia della Musica, dove è finalmente l'Io al centro del linguaggio dei suoni. La sublime, a tratti estenuante nel suo lacerante pathos, "Marcia funebre" di questa monumentale composizione era inizialmente dedicata, come è noto, a Napoleone Bonaparte, è una delle pagine che chi scrive ha amato di più nella vita. Qui Beethoven, si potrebbe osare, con un gergo moderno ci mette in partitura la faccia e il cuore. E' finalmente lui, dopo le prime due prove sinfoniche classicheggianti ed ancora insaporite dagli stilemi di "Papà Haydn" e del Mozart più convenzionale. Veronesi ha saputo ben cogliere tutta l'energia vibrante e febbrile di questo lungo movimento seguito con la giusta concentrazione e partecipazione dall'Orchestra del Petruzzelli, protagonista di una delle sue prove migliori di questo già straordinario 2011; anno che la vedrà il prossimo 17 marzo, in occasione dei festeggiamenti del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, impegnata a Washington sotto la direzione di uno dei più grandi direttori viventi: Lorin Maazel.

8 Commenti:

Anonymous Anonimo ha detto...

Salve sig.Romanelli
Leggendo l'articolo, il mio cuore si è gonfiato d'orgoglio di fronte alle parole spese per il trombettista Giovanni Nicosia, oltre che per la sua estrema abilità di musicista per il legame che mi lega a lui, perchè sono suo fratello minore!!! Detto questo volevo farle notare che ha scritto che è catanese DOC, quando invece è di pura origine Ragusana, più precisamente del comune di Comiso, dunque, se non insito, le chiedo cordialmente di correggere quanto scritto nell'articolo, grazie!!!

9:50 PM

 
Anonymous Anonimo ha detto...

Per onore di cronaca....Giovanni Nicosia non è catanese, ma è uno degli artisti che rappresentano l'orgoglio della Provincia di Ragusa.

3:48 PM

 
Blogger Davide89 ha detto...

salve sig.Romanelli!
Devo dire che l'articolo da lei postato in questo blog a proposito del concerto del 17-02 sul trombettista Giovanni Nicosia, mi riempie d'orgoglio, oltre che per la straordinaria abilità dimostrata per il legame che a Giovanni mi lega, perchè è mio fratello maggiore! Detto questo, volevo farle notare che quello che ha scritto riguardo alla provenienza di Giovanni è errato, volevo farle notare che non è catanese, ma della provincia di Ragusa, più precisamente del comune di Comiso; è avendo letto l'articolo ho ritenuto opportuno farglielo notare. Spero possa leggere questo commento e spero anche che possa continuare a scrivere bene su di mio fratello!
Distinti saluti!!!

12:07 AM

 
Blogger Alessandro Romanelli ha detto...

La ringrazio e mi scuso per l'errore.

12:18 AM

 
Anonymous Anonimo ha detto...

Salve sig. Romanelli è bellissimo leggere i commenti sul bravo trombettista "siciliano" M° Nicosia, ma volevo aggiungere che è una fortuna che ci sia lui a Bari a farci sentire qualcosa di buono con la tromba, visto che sul territorio NON C'E' NE SONO di validi.

12:15 AM

 
Blogger Alessandro Romanelli ha detto...

Su quale territorio? Quello nazionale o locale? Nicosia non è solo valido è molto di più...

9:03 AM

 
Anonymous Anonimo ha detto...

Nel territorio ci sono tante realtà...alla pari del m° Nicosia G. ...Territorio inteso cm provincia di Bari...il problema è un'altro...perchè non si valorizzano tutti i musicisti che ci sono sul territorio...non arrivano alla bravura del M°Nicosia???...

1:10 AM

 
Anonymous GIOVANNI NICOSIA ha detto...

SONO GIOVANNI NICOSIA. IO DICO CHE CE NE STANNO MOLTO PIU' BRAVI DI ME NEL TERRITORIO BARESE.

11:40 AM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica