blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

giovedì, dicembre 14, 2006

I "due" Messiah ad Arezzo e Firenze

Fondazione Scuola di Musica di Fiesole O.N.L.U.S. Pieve di Santa Maria sabato 16 Dicembre 2006 ore 21.00 - Arezzo In co-produzione con Ente Filarmonico Italiano - Festival “I Grandi Appuntamenti della Musica” Chiesa di San Salvatore al Monte domenica 17 dicembre 2006 ore 21.00 - Firenze In collaborazione con Obiettivo Francesco O.N.L.U.S. CONCERTO DI NATALE G.F. HÄNDEL: MESSIAH Oratorio in three parts HW 56 per Soli, Coro e Orchestra *** G.F. HÄNDEL / W.A. MOZART: DER MESSIAS / Oratorium in Drei Teilen KV 572 per Soli, Coro e Orchestra - Direttore Nicola Paszkowski - Maestro del Coro Fabio Lombardo Elizaveta Martirosyan (soprano) - Milena Storti (contralto) Matthias Stier (tenore) - Gabriele Lombardi (basso) Orchestra Vincenzo Galilei - Schola Cantorum “F. Landini”- Continua per il terzo anno consecutivo la collaborazione tra l’Ente Filarmonico Italiano-Festival “I Grandi Appuntamenti della Musica” e la Scuola di Musica di Fiesole con la co-produzione di un imponente Concerto di Natale che sarà eseguito ad Arezzo sabato 16 dicembre e a Firenze il giorno successivo (domenica 17) a San Salvatore al Monte, la suggestiva basilica situata nella collina dietro il Piazzale Michelangelo, il Monte delle Croci, appena al di sotto della chiesa di San Miniato. Nell’anno delle celebrazioni mozartiane, la Scuola di Musica di Fiesole, dopo aver proposto in occasione della Pasqua, il poco frequentato oratorio Davidde penitente (K 469), ha voluto ora accostare il Messiah di Händel alla revisione di Mozart in un’unica esecuzione. Come in un abbraccio e in un passaggio di testimone da maestro a maestro, ascolteremo dapprima il Messiah di Händel, poi –dopo il n. 30 della partitura händeliana- Der Messias, K 572, nella strumentazione di Mozart. Nella continuità, emergerà netta la diversità, sottolineata anche da un semplice gesto scenico oltre che da un cambiamento di lingua che da inglese si fa tedesca. La strumentazione originale handeliana -due oboi, due fagotti, due trombe, timpani, violini, viola, basso continuo– muta così, nella versione di Mozart: due flauti, due oboi, due clarinetti, due fagotti, due corni, due trombe, tre tromboni, un maggior peso degli archi. È il segno del tempo musicale trascorso: nuovi strumenti hanno conquistato il loro posto in orchestra, si impone un nuovo peso sonoro, è più serrata la trama della scrittura Un doppio grande appuntamento affidato ad artisti di prim’ordine: l’Orchestra Vincenzo Galilei sarà diretta da Nicola Paszkowski, mentre il Maestro della Schola Cantorum F. Landini sarà Fabio Lombardo. Le parti soliste saranno affidate a Elizaveta Martirosyan (soprano), Milena Storti (contralto), Matthias Stier (tenore) e Gabriele Lombardi (basso), un gruppo di giovani interpreti che possono già vantare collaborazioni con musicisti del calibro di Alessandrini, Kabaivanska, Kakhidze, Pavarotti, Webb. RAI RADIO-TRE, persuasa dall’interesse della proposta artistica, registrerà la prima esecuzione di questo “doppio Messiah”, per metterlo in onda il 25 dicembre 2006. Il Concerto verrà eseguito ad Arezzo (sabato 16 dicembre ore 21.00) nella splendida Pieve di Santa Maria e a Firenze (domenica 17 dicembre ore 21.00) nella suggestiva Chiesa di San Salvatore a Monte. Arezzo Ingresso a invito / Firenze Ingresso libero / Per informazioni: 055/597851 oppure www.scuolamusica.fiesole.fi.it / info@scuolamusica.fiesole.fi.it

1 Commenti:

Blogger luciano.comida ha detto...

Io sono un rockettaro, anche se ascolto anche jazz e classica.
L'altr'anno mia mioglie m'ha reghalato il cofanetto (170 cd) con l'opera omia di Mozart, il "classico" che preferisco.
http://lucianocomida.blog.kataweb.it/

6:56 PM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica