blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

venerdì, gennaio 11, 2008

La stagione fiesolana dei Concerti degli Amici 2008

La stagione dei Concerti degli Amici 2008 continua la linea che la connota nel panorama dell’offerta musicale: protagonisti sono appunti gli ‘amici’ della Scuola. Docenti, ex-allievi, musicisti che si riconoscono e condividono il suo progetto didattico, che hanno partecipato e partecipano al suo percorso artistico in una continuità di intelligenze, intenzioni, esiti musicali. Il concerto in onore degli ottantotto anni di Piero Farulli inaugura la stagione il 13 gennaio alle ore 11.30 in Auditorium Sinopoli: interpreti il Quartetto d’archi di Torino assieme ad Andrea Nannoni. Verranno eseguiti il Quartetto in Mi bemolle Maggiore "Le Arpe" Op. 74 di Ludwig van Beethoven e il Quintetto in Do Maggiore per due violini, viola e due violoncelli op. posth. 163 di F. Schubert, due opere particolarmente care a questo grande protagonista del magico mondo della musica. Il 17 febbraio alle ore 11 in Auditorium Sinopoli si terrà un concerto dei Maestri di Fiesole con degli interpreti davvero straordinari: verrà eseguito il Quatuor pour la fin du Temps di Olivier Messiaen con Andrea Lucchesini (pianoforte), Gabriele Mirabassi (clarinetto), Oleksandr Semchuk (violino), Mario Brunello (violoncello) e Sandro Cappelletto (voce narrante). Da venerdì 22 a domenica 24 febbraio con il Fiesole Laboratorio Ensemble la Scuola si apre a tutta la cittadinanza: per non lasciare nessuno escluso dal mondo della musica da camera si è deciso non solo di aprire alla città le vere e proprie esecuzioni concertistiche, ma anche di far partecipare il pubblico al momento più segreto: quello alchemico della lezione. Sarà una vera sagra: dal quartetto d’archi alla musica da camera con pianoforte fino alla musica per fiati e a quella antica. Oltre alla classi di base della Scuola saranno protagonisti gli allievi delle corsi di perfezionamento della classe di Quartetto di Piero Farulli, Andrea Nannoni, Milan Škampa e di pianoforte di Maria Tipo e Pietro De Maria. Francesco Dillon, violoncellista del Quartetto Prometeo, il sabato dalle ore 15 alle 18 terrà un seminario sull’interpretazione della musica contemporanea che culminerà alle 18.30 nell’esecuzione della Serenata per un satellite di B. Maderna e di In C di T. Riley; mentre il violino e la viola del Quartetto Kuss, Oliver Wille e William Coleman, terranno un seminario aperto a partire da venerdì pomeriggio (dalle 15 alle 19) che avrà la sua conclusione nella maratona della domenica. Evento della giornata conclusiva sarà l’inaugurazione del nuovo pianoforte Steinway donato dalla Cassa di Risparmio di Firenze con esecuzioni a quattro mani dei Valse noble di F. Schubert degli allievi delle classi di perfezionamento di Maria Tipo e Pietro De Maria, (la mattina a partire dalle 10.00 fino alle 14.00 in Auditorium Sinopoli.) Giovedì 28 febbraio alle 21.00 –in luogo da definire-, sarà l’occasione per mostrare i frutti di una nuova esperienza varata dalla Scuola: l’Accademia dell’Orchestra Giovanile Italiana. Purtroppo non tutti gli allievi che si presentano alle selezioni dell’Orchestra Giovanile Italiana possono avervi accesso. Si è deciso perciò di riservare, grazie ai contributi regionali del Fondo Sociale Europeo dedicati ai progetti interregionali, un’iniziativa specifica per quei giovani strumentisti ad arco talentuosi, ma ancora privi del bagaglio tecnico indispensabile. Dopo un anno di Accademia con particolare attenzione allo studio individuale e alla musica da camera i quindici archi avranno libero accesso all’esperienza preziosa dell’Orchestra Giovanile Italiana. Nell’ambito del Progetto Interregionale Orchestra gli allievi dell’Accademia si uniranno all’Orchestra Sinfonica della Valle d’Aosta per debuttare il 26 febbraio alle 21.00 al Teatro Giacosa di Aosta per un concerto con la prima esecuzione mondiale del Venaria Concerto di M. Nyman. Completeranno la serata estratti dalla colonna sonora del film I giardini di Compton House sempre di Nyman e il poema sinfonico di M. de Falla Nuits dans les jardins d’Espagne, per pianoforte e orchestra. Dirigerà Edoardo Rosadini, ospite d’eccezione della serata il pianista Emanuele Arciuli interprete di riferimento per la musica dei nostri tempi e dedicatario dell’opera di Nyman. Domenica 9 marzo alle 11 in Auditorium Sinopoli si terrà il concerto dei migliori quartetti allievi della XIII Accademia Europea del Quartetto, che si svolgerà da lunedì 3 a sabato 8 marzo con le lezioni di maestri come Hatto Beyerle del Quartetto Alban Berg Milan Škampa dello Smetana e Peter Cropper del Lindsay. Sarà l’occasione per apprezzare la qualità dei migliori quartetti di giovani a livello europeo. Domenica 16 marzo –stesso orario e luogo- torna il Quartetto Prometeo, uno dei migliori ensemble italiani uscito dalla grande scuola di Piero Farulli, che proporrà il Quartetto n. 3 di A. Schnittke e il Quartetto in Fa Maggiore op. 59 n. 1 di L. van Beethoven. Giovedì 13 e venerdì 14 marzo -alle 21.00- sarà ospitato il Concerto di Pasqua rispettivamente nella Cattedrale di Fiesole e nella Basilica di San Salvatore al Monte, con un programma dedicato alle suggestive pagine del raro Stabat mater di F.J. Haydn con interpreti la Schola Cantorum F. Landini - curata da Fabio Lombardo - e l’Orchestra V. Galilei con la direzione di Nicola Paszkowski. Sabato 29 marzo alle 18.00 in Auditorium Sinopoli si terrà il Premio Walter Boccaccini: gli strumenti dell’orchestra quest’anno assegnato a William Esteban Chiquito Henao violinista colombiano mirabile spalla dell’Orchestra Giovanile Italiana. Con la collaborazione del pianista Marco Giliberti, Chiquito eseguirà la Sonata per violino e pianoforte in Mi bemolle maggiore Kv 380 di W.A. Mozart, la Sonata in Mi bemolle op. 12 n. 3 di L. Van Beethoven, le Cinque melodie per violino e pianoforte di S. Prokof’ev, la Sonata n. 3 per violino solo di E. Ysaÿe e la Sonata per violino e pianoforte di M. Ravel, un programma di grande impegno sia espressivo che tecnico per far risaltare al meglio tutte le doti del giovane violinista della impareggiabile scuola di Pavel Vernikov. Venerdì 2 maggio alle 21.00 presso la Biblioteca del Museo di San Marco -aperta in via straordinaria grazie alla collaborazione della Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino e del Museo di S. Marco- torna dopo quasi dieci anni di uno dei più grandi clavicembalisti del nostro tempo Gustav Leonhardt. Il musicista olandese proporrà una raffinatissima scelta di musiche comprendente composizioni di autori come H. Purcell, J.H. d’Anglebert e C. B. Balbastre, etc. Lunedì 12 maggio alle 21.00 si concluderà il corso di direzione d’orchestra –cattedra Ente Cassa di Risparmio di Firenze- tenuto da Gabriele Ferro con un concerto al Teatro Puccini di Firenze. Protagonisti saranno i migliori allievi del corso a capo dell’Orchestra V. Galilei. Ingresso: intero 5 euro, ridotto 2 euro. Per ulteriori informazioni: 055/597851 oppure http://www.scuolamusica.fiesole.fi.it/

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica