blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

giovedì, settembre 15, 2011

Domani sera al Paisiello Festival di Taranto si eseguono i concerti per fortepiano e orchestra del celebre operista

Continua con un successo che va oltre ogni aspettativa, sia per la rara qualità dei concerti proposti che per l’affluenza del pubblico, la nona edizione del “Giovanni Paisiello Festival” iniziato la scorsa settimana e organizzato dagli Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, sotto la direzione artistica di Lorenzo Mattei. Prossimo appuntamento domani sera, venerdì 16 settembre alle ore 21, nella suggestiva cornice del Chiostro dell’ex Convento di San Francesco (già Rossarol): di scena in prima esecuzione assoluta in tempi moderni su strumenti d’epoca, i Concerti nn. 5, 6, 7 e 8 per Fortepiano e Orchestra da Camera di Giovanni Paisiello. Ad eseguirli l’Orchestra barocca “La Confraternita de’ Musici” diretta al cembalo da Cosimo Prontera, con solisti al fortepiano Edoardo Torbianelli e Dario Candela. Si conclude, quindi, in questa edizione del “Giovanni Paisiello festival”, il progetto biennale dell’esecuzione integrale degli otto Concerti per tastiera di Paisiello, timbricamente declinati dal fortepiano e accompagnato dagli strumenti originali, in linea con una scelta interpretativa mirata alla restituzione del primigenio colore sonoro. Nei meritori intenti di questo festival va sottolineato il graduale e sistematico recupero esecutivo della piccola e poco conosciuta produzione strumentale del maestro tarantino che, ricordiamo, non fu abbondante - 12 quartetti per archi, 6 quartetti con flauto, i preziosi divertimenti per fiati, le sonate, i rondeaux e i capricci per cembalo e, appunto, gli otto concerti per tastiera e orchestra - ma deliziosa e godibile per la spontanea e abbondante invenzione melodica e il sobrio impiego dei mezzi espressivi. Dopo la riproposta lo scorso anno dei primi quattro concerti, emozionante e suggestiva per il sound ricreato dal timbro del fortepiano e dell’orchestra di strumenti antichi della Confraternita de Musici, vengono ora proposti gli altri quattro: CONCERTO V in Re maggiore, CONCERTO VI in SI bemolle maggiore, Concerto VII in la maggiore, Concerto VIII in do maggiore, tutti nelle revisioni di Pietro Spada del 1977 e 1986, basate su una copia manoscritta napoletana, un unicum, conservata oggi alla Bodleian Library e appartenuta alla collezione musicale del Tenbury College. Come sappiamo, la datazione dei concerti non è esplicita sulle fonti giunte fino a noi, e gli studiosi collocano fra il 1780-83 il Concerto I in do e quello II in fa, e fra il 1784 e il 1788 gli altri sei. Dunque gli otto concerti furono composti da Paisiello durante l’arco di tempo che va dal 1780, al tempo del suo soggiorno in Russia (1776 - 1784), presso la corte della zarina Caterina la Grande, agli anni del ritorno a Napoli al servizio di Ferdinando IV (1788). I quattro concerti in programma appartengono al gruppo di sei concerti dedicati alla infanta Maria Luisa di Parma, futura moglie di Carlo IV, dunque futura Regina di Spagna. Sempre nel corso della serata, gli Amici della Musica di Taranto consegneranno il PREMIO “GIOVANNI PAISIELLO FESTIVAL”, la cui principale finalità è quella di valorizzare figure di studiosi e personalità del mondo dello spettacolo che si sono adoperate per una riscoperta dell’arte di Paisiello. I biglietti per assistere al concerto sono in vendita presso: Amici della Musica “A. Speranza” - via Toscana n° 24/d - tel. 099.7303972; Basile Strumenti Musicali - via Matteotti n° 14 - tel. 099.4526853; Box-Office - via Anfiteatro n° 232 - tel. 099.4540763; il costo è di € 15,00 (posto unico) e di € 10 (ridotto under25, over 65 e possessori Agiscard. Diritto di prevendita (2 €). Il festival è organizzato dagli Amici della Musica di Taranto con il parziale sostegno dei fondi POR FESR PUGLIA 2007-2013 per la Valorizzazione delle eccellenze, delle rassegne e dei festival musicali della Regione Puglia, oltre ai contributi del Dipartimento dello Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Comune di Taranto, dell’APT di Taranto, della Provincia, della Camera di Commercio e della Confcommercio, dell’ANCE – Ass. Nazionale Costruttori Edili – sez. di Taranto, di Marcegaglia, Rutagest, Banca Popolare di Puglia e Basilicata, Del Fiume Costruzioni, BCC di San Marzano, Nardoni Lavori. Il “Giovanni Paisiello festival” fa parte della Rete dei Festival di Musica Antica in Puglia sostenuta dal Progetto Puglia Sounds (www.musicaanticainpuglia.it), un network di idee e progetti artistici al quale aderiscono anche il Festival Barocco “Leonardo Leo”, Anima Mea e La Via Francigena del Sud di Capitanata. E grazie alla Rete dei festival è stato attivato il numero verde 800.96.01.37 al quale sarà possibile richiedere informazioni, prenotare alberghi vicino ai luoghi dei festival, oppure prenotare, per i diversamente abili, il trasporto al luogo di spettacolo. Tutte le info sono sul sito www.giovannipaisiellofestival.it oppure allo 099.7303972.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica