blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

martedì, settembre 20, 2011

La Nona Sinfonia di Beethoven nella trascrizione per due pianoforti di Liszt chiude domenica l'Agimus Festival 2011 a Mola di Bari

Ultimo appuntamento dell’ Agimus Festival 2011 organizzato dall'associazione A.G.I.MUS. di Mola di Bari ed inserito nella Rete dei Festival “Feste Musicali in Puglia” sostenuta dal Progetto Puglia Sounds - P.O. FESR Puglia 2007 - 2013 Asse IV e cofinanziato dall’Unione Europea, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Bari e dal Comune di Mola di Bari. Domenica 25 settembre ore 20.30 - Mola di Bari – Teatro Comunale “N.v.Westerhout” sarà protagonista il Duo CARLA AVENTAGGIATO – MAURIZIO MATARRESE (2 pianoforti) nell'esecuzione della 9^ Sinfonia di L.v.Beethoven nella trascrizione per 2 pianoforti di Franz Liszt e costituisce un “omaggio” al grande compositore ungherese nel bicentenario della sua nascita. Tra le trascrizioni di Liszt, quella per due pianoforti della nona sinfonia di Beethoven, completata nel 1851, occupa uno dei posti più importanti sia per l’efficacia delle soluzioni sonore adottate, sia per la difficoltà di esecuzione, difficoltà avvertibile anche al semplice ascolto “da profano” perché sembra proprio che sia richiesto agli interpreti di pensare come una mente sola in una simbiosi totale di cervelli e strumenti. Insomma, per eseguire la trascrizione della Nona, viene da pensare che gli interpreti debbano condividere qualcosa di più del semplice mestiere di musicista. Ne nasce una lunga cavalcata pianistica attraverso tutti gli effetti orchestrali immaginabili. Si ascoltano, per oltre un’ora: i violini, gli strumenti a fiato e, cosa ancor più stupefacente, il coro e le voci dei solisti. Tutto fedelmente riportato dallo splendido suono dei due pianoforti. Si prova un’emozione nuova, nel riconoscere attraverso questi suoni, quelli conosciuti e ormai “scontati” della Nona Sinfonia, fino al punto da esserne meravigliati e rapiti. Il Duo Carla Aventaggiato e Maurizio Matarrese ha studiato sia in duo che da solista con i M. Afrouz, Ciccolini, Somma e Thiollier. Entrambi sono docenti di pianoforte principale presso il Conservatorio”N. Piccinni” di Bari e svolgono attività concertistica sia da solistica che in duo pianistico dedicandosi in particolare a pagine musicali a lungo tempo dimenticate, allargando così in maniera significativa il repertorio. La ricerca di composizioni per pianoforte a quattro mani ha permesso di scoprire inaspettatamente una copiosa letteratura, in parte del tutto sconosciuta. Tale ricerca gli permette di offrire nelle sale da concerto opere come i Concerti Brandeburghesi di Bach-Reger, l’Albero di Natale di Franz Liszt , il Concerto per pianoforte e orch. di Carl Czenry, oltre a pagine famose di Dvorak, Debussy, Satie, Ravel, Brahms, Schubert, Mendelssohn, etc… riscuotendo ovunque consensi di pubblico e di critica. Il concerto sarà effettuato in modalità “Musiche da vedere” (ideazione, riprese video e proiezioni a cura di Ulderico Agostinelli e Giulio Bottini – MTS Video). Info e Prenotazioni: associazione A.G.I.MUS. /tel. 368.56.84.12 www.agimuspadovano.com /

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica