blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

mercoledì, novembre 23, 2011

Dal 25 novembre prende il via a Bari la settima edizione del Festival di Musica Contemporanea URTIcanti

Pur tra mille difficoltà torna anche quest’anno URTIcanti, il festival internazionale di musica contemporanea organizzato dall’associazione Diapason, giunto alla settima edizione e diventato ormai una realtà di riferimento nel panorama italiano. L’edizione che si svolge a Bari dal 25 novembre al 4 dicembre è interamente dedicata alla creatività italiana, e ospita uno dei compositori italiani di maggior risonanza internazionale: Luca Francesconi (nella foto - http://www.ricordi.it/compositori/f/luca-francesconi-1), direttore artistico uscente della Biennale Musica di Venezia. A Francesconi è affidata la tradizionale masterclass per i compositori, e sempre a lui sono dedicati i concerti monografici del festival. Il 29 novembre, alle 18, Francesconi terrà un incontro-dibattito aperto al pubblico nel salone del Circolo Unione (e non più nel foyer del Teatro Petruzzelli come riportato nel programma allegato). Il compositore dialogherà col musicologo Enzo Restagno, già docente al Conservatorio di Torino, direttore artistico dei festival “Settembre Musica” di Torino e “MITO (Milano-Torino)”, nonché autore di molte monografie sui compositori contemporanei. Quest’edizione di URTIcanti, curata come sempre da Raffaella Ronchi con la consulenza artistica e musicologica di Fiorella Sassanelli, è stata resa possibile grazie al sostegno del Comune di Bari e della Regione Puglia, del Circolo Canottieri “Barion”, della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari, del Conservatorio di Monopoli, dell’Università di Bari, dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto, della Fondazione “Paolo Grassi” di Martina Franca e della Cooperativa sociale “Gea”. Proprio all’Università, sulla scalinata sinistra che porta al Salone degli Affreschi venerdì 25 novembre, dalle 10 alle 18, si apre URTIcanti con un omaggio ai suoni di Gustav Mahler, nel centenario della morte. Il compositore salentino Gabriele Panico, suona “Der abschied Retape”, per nastro magnetico a 4 canali “in repeat”. Luca Francesconi ha studiato pianoforte al Conservatorio di Milano e composizione con Azio Corghi, Karlheinz Stockhausen (a Roma), Luciano Berio (a Tanglewood) e jazz a Boston. E’ anche stato assistente di Berio tra il 1981 e il 1984. Ha scritto finora oltre settanta lavori : dal solista all’opera al multimedia, commissionati da importanti istituzioni musicali ed emittenti radiofoniche. Collabora regolarmente con prestigiosi direttori, solisti, ensemble e le migliori orchestre del mondo. Ha scritto cinque opere radiofoniche per la RAI e diverse opere teatrali, usando frequentemente tecnologie multimediali, come la video-opera "Striàz" del 1996 (con i video-maker di Studio Azzurro) e Lips, Eye Bang per performer ed ensemble con trasformazioni realtime audio e video, commissionata dal Nieuw Ensemble e STEIM Amsterdam. La sua ultima opera, scritta nel 2010, "Quartett" da Heiner Müller commissionata dal Teatro alla Scala per la regia di "Fura dels Baus" e la direzione di Susanna Mälkki, verrà ripresa da Wiener Festwochen, English National Opera, Nederlandse Opera e altri teatri. L'oratorio drammatico TERRA su testi di Valeria Parrella celebra nel 2011 il 150° dell'Unità d'Italia. Luca Francesconi svolge anche attività di direttore d'orchestra. Insegna da 25 anni sia nei conservatori italiani che in corsi di perfezionamento in tutto il mondo. È docente e capo del dipartimento di composizione alla Musikhögskolan di Malmö in Svezia. Da febbraio 2008 è Direttore Artistico della Biennale Musica di Venezia. Nel 2011 è stato nominato consulente artistico e dal 2012 direttore del festival "Ultima" a Oslo. L’ingresso a tutte le manifestazioni è libero. Website: www.urticanti.com/ Infotel: 388.3683061.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica