blog di informazione e critica musicale a cura di Alessandro Romanelli

martedì, ottobre 09, 2007

Viole da gamba che incantano...

Ricordate il film “Tutte le mattine del mondo” di Alain Corneau? Probabilmente sarebbe stato il miglior prologo al concerto, promosso e organizzato dal Festival Mousiké (Musica Ritrovata 9) e svoltosi domenica sera nella splendida Gipsoteca del Castello Svevo. In quel film ambientato nella Francia della seconda metà del XVII secolo grondava insaziabile l’amore per la musica antica e in particolare per uno strumento unico di preziosa, rara intensità, la viola da gamba. Strumento che proprio negli ultimi quaranta, cinquant’anni ha vissuto una sorprendente renaissance grazie a violisti o gambisti, se preferite, del calibro di Nikolaus Harnoncourt, Jordi Savall, August Wenziger. A Bari da un paio d’anni la violoncellista e gambista Sofia Ruffino (nella foto) ha fondato l’Ensemble le Viole di Orfeo che è un complesso vocale-strumentale specializzato nell’esecuzione del repertorio rinascimentale e del primo Barocco europeo. Alle spalle oltre ad una grande passione per la musica antica, c’è però anche una certosina ricerca musicologica sulle fonti, attraverso indagini storiche, paleografiche, organologiche e iconografiche. Domenica sera, l’atmosfera delicata, riposante, danzante e decisamente ispirata nel riproporre antiche e mirabili gestualità, ha permesso di riascoltare alcuni capolavori come i Songs di John Dowland, la celebre “Marche pour la cérémonie des Turcs” di Lully, le Gavotte di Michael Praetorius e i più noti Corali bachiani; pagine che hanno saputo incantare un pubblico numeroso di appassionati e semplici curiosi (tanti rimasti sino alla fine in piedi) che ha applaudito con il giusto calore i diversi momenti del concerto. Al pregevole ensemble strumentale si sono ottimamente aggregati per l’occasione il soprano Valeria Polizio, il mezzosoprano Antonella Nuzzi, il tenore Pino Maiorano e il basso Roberto Lella. Brava Sofia Ruffino che in appena due anni è riuscita a mettere su, in sinergia con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio barese, questo giovane e appassionato ensemble che non potrà (si spera) che crescere sensibilmente anche negli anni a venire.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
Condividi
Wikio - Top dei blog - Musica